Home / Strumenti e materiali / La pasta di sale

La pasta di sale

La ricetta per preparare una buona pasta di sale

pasta di sale 1

-una tazza di sale fino -due tazze di farina -mezza tazza di acqua

che equivalgono a circa : 200 g di sale fino 200 g di farina tipo 00 e 125 ml di acqua

Che cos’è la pasta di sale?

La pasta di sale è un antica ricetta per creare piccoli o grandi oggetti fatti in casa , come ghirlande, cestini, decorazioni, bambole e molti generi di suppellettili e non solo, anche oggetti di bigiotteria. Si tratta di un impasto naturale composto da farina sale ed acqua, essendo un prodotto naturale è spesso utilizzato come intrattenimento per i piu piccini che ne vanno matti.

             Gli ingredienti indispensabili per un buon impasto sono:

            – Farina di grano tenero di tipo 00, la farina che usiamo per fare i dolci.

             -Sale da cucina, (fondamentale per trattenere l’umidità dell’impasto) si può scegliere se lasciarlo grosso o raffinarlo in base all’effetto che vogliamo ottenere.

Per renderlo fine possiamo o frullarlo o macinarlo con il macina caffè.

            -Acqua a temperatura ambiente.

            Le varianti dell’impasto  sono : 1 cucchiaino di colla da parati in polvere, un po di glicerina, colla vinavil, o oli alimentari  come olio d’oliva o di mais, ma sempre in piccole quantità. Questa è una scelta soggettiva, in base a come si è abituati a  lavorare e a che ti po di consistenza scegliamo per lavorare.

Come colorare la pasta di sale

            Se si vuole dare un colore naturale all’impasto si può mischiare la pasta con i più svariati tipi di spezie come ad esempio aggiungendo il cacao, la cannella, il caffè liofilizzato che andranno a dare all’ impasto delle diverse tonalità di marrone oltre che a lasciare un buon profumo; lo zafferano il curry e la paprica, doneranno una tonalità  più sull’arancio; è molto divertente sperimentare e vedere i tipi di colori che escono fuori, personalmente sono curiosa di mischiare l’interno di una bustina di the ai frutti di bosco per vedere se esce fuori un bel rosso :). Un altra variante dipende  anche dalla  tipologia di farina che rende l’impasto differente, si può sperimentare con la farina integrale o la farina di segale o di mais. Usando i coloranti alimentari o le tempere otterrete i colori difficili da trovare in natura, mi raccomando metteteli poco alla volta per assicurarvi che i colori non vengano troppo scuri; si possono colorare gli oggetti  anche  dipingendoli con le tempere o gli acrilici a  lavoro finito. Un altra decorazione importante nei lavori con la pasta di sale sono i chiodi di garofano che vengono utilizzati in vari modi, come ad esempio per creare gli occhi delle bambole o per simulare il pistillo di un frutto.

Come modellare la pasta di sale

Prendete un contenitore versateci farina e sale e mischiateli con un cucchiaio, dopo versate l’acqua e cominciate a impastare fino ad ottenere una massa omogenea; impastate parecchio, servirà a rendere migliore la qualità della pasta, se rimane molliccia aggiungete altra farina. Infine formate una palla e lasciatela riposare una mezz’ora. Se vi avanza dell’impasto del lavoro che avete fatto avvolgetelo bene nella pellicola trasparente da cucina, e mettetelo in un luogo fresco, si conserverà per almeno cinque giorni.Un consiglio è quello di lavorare direttamente sul ripiano del forno, ricoperto da carta forno.

Come cuocere la pasta di sale

La cottura per la pasta di sale richiede molta pazienza, gli oggetti hanno bisogno di una temperatura iniziale bassa, di circa 80 gradi, per mezz’ora  e 120 gradi per un ora  ma non tutti i forni hanno una temperatura minima di 80 gradi, quindi si può anche cuocere direttamente a 120 gradi per un ora facendo attenzione che il lavoro non si gonfi. Se vedete che il prodotto deve finire di cuocersi potete anche poggiarlo sul termosifone (in inverno) altrimenti aspettare che si asciughi naturalmente per qualche giorno. Gli oggetti colorati (pasta mischiata al colore) in forno tendono a sbiadirsi quindi scegliete voi se farli asciugare naturalmente o meno.I consigli sulla cottura rimangono molto approssimativi perchè la cottura dipende dalla conoscenza del proprio forno, quindi quello che di sicuro posso consigliarvi è di  cuocere per la prima mezz’ora il lavoro alla temperatura minima del vostro forno.

Come lucidare la pasta di sale

Un buon modo per lucidare la pasta di sale è  utilizzare il Vernidas. Il Vernidas è una vernice trasparente  protettiva che dona un effetto lucido al nostro lavoro e lo protegge nel tempo dall’umidità. Applicate quindi la vernice su tutto il prodotto, sia sopra che sotto e aspettate più di una mezz’ora che si asciughi.

Spero che l’articolo sia di vostro gradimento, se avete qualche domanda lasciatemi pure un commento.

Grazie a presto

 

Scroll To Top