Home / Condizionare le paste polimeriche

Condizionare le paste polimeriche

Condizionare le paste polimeriche

Per poter lavorare su un progetto da relizzare con una pasta polimerica è necessario condizionarla a seconda delle esigenze, ma cosa vuol dire condizionare?
trattare una sostanza in modo che acquisisca determinate proprietà .
In questo caso la sostanza di cui stiamo parlando sono le paste polimeriche come il fimo il Cernit, kato polyclay etc..

Per cominciare si sceglie la quantità che ci serve, ne prendiamo qualche pezzo aiutandoci col taglierino
e con le mani cerchiamo di renderla compatta

 

se è una piccola quantità si può condizionare anche solo con le mani ,  altrimenti è più pratico aiutarsi stendendola  più  volte con il mattarello o utilizzando una macchina per la pasta fino ad ottenere la morbidezza che si desidera.

 Il calore facilita il condizionamento della pasta ma comunque bisogna fare attenzione a non scaldarla troppo (ad esempio poggiandola su un termosifone) rischierebbe di cuocersi. Se il colore che state usando è particolarmente difficile da condizionare  potete aggiungerci un pò di olio Johnson’s baby o dei prodotti specifici per la pasta polimerica che state utilizzando.

 L’olio johnson’s baby è un olio idratante per bambini molto usato anche dalle donne si trova nelle profumerie e nei supermercati, è indicato per ammorbidire la pasta polimerica che risulta particolarmente difficile da condizionare, basta aggiungere qualche goccia, in rapporto alla grandezza della pasta, quindi se la pasta è molto piccola una goccia è sufficiente.

Se al contrario la pasta è troppo morbida si può aggiungere del borotalco.

Il borotalco in polvere si trova in profumeria o nei supermercati, è utile se l’impasto risulta essere eccessivamente morbido per la lavorazione, basta aggiungerne un po’ alla volta per ottenere la lavorabilità che ci interessa.

 

 

Scroll To Top