Home / Portachiavi / Come fare un portachiavi con zucca

Come fare un portachiavi con zucca

Come fare un portachiavi con zucca 

 

 

portachiavi-zucca1

Salve amici, Halloween è alle porte e per questo ho deciso di realizzare un video in cui voglio mostrarvi come realizzare un portachiavi con un piccolo omino-zucca . Buon divertimento!

 

 

 

 

portachiavi-zucca4Occorrente :

fimo soft arancione n.42 – fimo soft verde/tropical green n.53  – fimo soft rosa/raspberry n.22  – fimo soft bianco n.0 -fimo soft pacific blue n.37- fimo soft nero n.6 -mirette per dolci, colla, portachiave a catenella, pinza, filo argentato per bigiotteria, cotton fioc, ago per cucire,taglierino;Colori acrilici Polycolor : tempera bianca n.018, nera n.530, verde n.321, arancio n.072/Acrilic master: carminio n.14

 

portachiavi-zucca7

 

 

 

 

 

 

 

QUALCHE  CURIOSITA SULLA NASCITA DI HALLOWEEN

La parola Halloween  ha origini cattoliche

1°novembre è il giorno nel quale vengono festeggiati tutti i Santi.

Il giorno dedicato ad “Ogni Santi” (in inglese All Saints’Day)la sua denominazione antica era: All Hallows’Day, che si trasformo in All Hallows’ Eve” (Eve significa vigilia), ma anche “All Hallows’Even” ( Even significa sera) che venne abbreviato in Hallows’Even, poi in Hallow-e’en ed infine in Halloween.

La celebrazione di Halloween ha origini pagane e pone le sue radici nella civilta’ Celtica.

La notte tra il  il 31 ottobre e il 1° Novembre era il momento piu’ solenne di tutto l’anno druidico e rappresentava per i Celti la piu’ importante celebrazione del loro calendario,era la notte di Samhain .Per i Celti( popolo dedito all’agricoltura e alla pastorizia)la ricorrenza che segnava la fine dei raccolti e l’inizio dell’inverno assumeva una  particolare importanza poiché la vita cambiava radicalmente: i greggi venivano riportati giu’dai verdi pascoli estivi, e le persone si chiudevano nelle loro case per trascorrere al caldo lunghe e fredde notti invernali passando il tempo a raccontare storie e a fare lavori di artigianato. I Celti credevano che alla vigilia di ogni nuovo anno (31 Ottobre) Samhain, Signore della Morte, Principe delle Tenebre, chiamasse a se’tutti gli Spiriti dei Morti e temevano che in tale giorno tutte le leggi dello spazio e del tempo fossero sospese, permettendo al mondo degli spiriti di unirsi al mondo dei viventi. I Celti infatti credevano che i morti si trovassero in una landa di eterna giovinezza e felicità chiamataTir nan Oge e credevano che a volte i morti potessero soggiornare assieme al Popolo delle Fate nelle collinette di cui il territorio scozzese ed irlandese è contornato. Nella tradizione celtica non esistono diavoli o demoni, tuttavia le Fate erano spesso considerate ostili e pericolose dagli uomini che non erano d’accordo a dover condividere con loro le proprie terre. Le leggende narrano che nella notte di Samihain le Fate sono solite fare alcuni “SCHERZETTI” agli umani, portandoli a perdersi nelle “colline delle Fate”dove rimanevano intrappolati per sempre.

I Celti quindi, per guadagnarsi il favore delle Fate offrivano loro del cibo o latte che veniva lasciato sui gradini delle loro case.

Un’altra origine del detto “TRICK OR TREAT” si fa risalire quando i primi cristiani, in cammino da un villaggio all’altro, elemosinavano per un pezzo di “dolce dell’anima”, che altro non era se non un pezzo di pane. Piu’ “dolci dell’anima” una persona riceveva, piu’ preghiere questa persona prometteva di recitare per i defunti della famiglia che aveva a lui donato il pane.Quando durante il primo secolo i Romani invasero la Bretagna vennero a contatto con queste celebrazioni. Anch’essi intorno al 1° Novembre onoravano Pomona, la dea dei frutti e dei giardini. Durante questa festivita’ venivano offerti frutti (soprattutto mele) alla divinità per propiziare la fertilità futura. Con il passare dei secoli il culto di Samhain e di Pomona si unificarono, e l’usanza dei sacrifici fu abbandonata, lasciando al suo posto l’offerta di effigi da bruciare e l’usanza di mascherarsi da fantasmi e streghe, divenne parte del cerimoniale.

 Ho cercato di estrarre le parti più importanti, per maggiori approfondimenti  potete cliccare qui :

http://digilander.libero.it/emina68/HalloweenStory.html

                      Buon Halloween a tutti^^

Scroll To Top